Condominio: sì alla tutela possessoria per violazione delle distanze legali. Cassazione, sez. II civile, sentenza 24.11.2003, n. 17868


La violazione delle distanze legali nelle costruzioni integra una molestia al possesso del fondo finitimo contro la quale è data l’azione di manutenzione e anche quando tale violazione non ne comprime «di fatto» l’esercizio del possesso importa automaticamente una modificazione o restrizione delle relative facoltà.
Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, con la sentenza n. 17868 del 24 novembre 2003, precisando con riferimento al caso di specie che il condominio è compossessore, unitamente agli altri condomini delle parti comuni dell’edificio condominiale e che, pertanto, è legittimato a chiedere la tutela possessoria contro gli attentati all’esercizio di tale possesso (cfr. Cass. 9 settembre 1989, n. 3911; Cass., 19 marzo 1991, n. 2927; Cass., 23 gennaio 1995, n. 724).

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: