Comune che affida impianti pubblici di gestione a terzi- RM 139/E, 29.12.10


I canoni percepiti da un Comune per la concessione di impianti pubblicitari devono essere assoggettati a IVA se l’ente locale non agisce in veste di pubblica autorità.La natura privatistica del rapporto può evincersi dalla presenza di pattuizioni bilaterali che costituiscono nel complesso una disciplina delle modalità di svolgimento dell’attività
secondo moduli propri degli operatori economici privati, caratterizzata dall’assunzione di reciproche obbligazioni in capo alle parti.
In particolare non si è in presenza di un atto della “pubblica autorità” in caso di pattuizioni tipiche dei rapporti negoziali di carattere privatistico quali, per esempio:
a) la facoltà di risoluzione del contratto, previa costituzione in mora del concessionario, in caso di inadempimento dell’obbligo di corresponsione del canone;
b) l’onere del preavviso in caso di esercizio del diritto di recesso dal contratto;
c) il diritto di pretendere il pagamento di una penale in caso di ritardo nella restituzione dei beni oggetto di affidamento.

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: